Un bed&breakfast con il cuore green, nel cuore delle Dolomiti


Aggiornamenti dalla Val di Fiemme


23/11/2017, 16:52

Sport, skialp, scialpinismo, outdoor, natura, monte pecol, val di fassa



Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!
Benvenuti-a-Narnia!


 Entrando nella Val San Nicolò sembra veramente di entrare a Narnia! Le due nevicate delle ultime settimane hanno creato un clima invernale incredibile e vista la particolare esposizione della valle, la neve caduta è rimasta quasi tutta, anche sugli a



Entrando nella Val San Nicolò sembra veramente di entrare aNarnia! Le due nevicate delle ultime settimane hanno creato un clima invernaleincredibile e vista la particolare esposizione della valle, la neve caduta è rimastaquasi tutta, anche sugli alberi.Proprio per questo motivo decidiamo di avventurarci sulMonte Pecol, attraverso un itinerario senza particolari difficoltà eche dovrebbe essere sciabile anche con la poca neve scesa visto che siamo solo a Novembre. Altro punto molto interessantedel giro è che si tratta di un giro ad anello: salita dalla Val dei Monzoni e discesa dalla Val San Nicolò.Parcheggiamo quindi all’imbocco delle due valli, pochi minutidopo Pozza di Fassa, proprio davanti al nuovo Campeggio Vidor e partiamo subito congli sci ai piedi, verso la Val dei Monzoni. La partenza è abbastanza "trafficata" con molti scialpinistiche hanno avuto la nostra stessa intuizione sulla Val San Nicolò, ma dopo iprimi km di comoda strada forestale, a quota 1700m ci stacchiamo dallaforestale (e dalle numerose tracce) e attraversando un piccoloponticello ci avviamo verso la nostra meta (indicazioni per Forcella del Piefe Sella Palacia). Arrivati alla Forcella, a quota 2186, è finalmentevisibile di fronte a noi il Monte Pecol, raggiungibile con un breve traverso finoa Sella Palacia e poi un’ultima salita sulla facile cresta Sud.La croce di vetta è unavera esplosione di visioni dolomitiche dalle quali si è circondati a 360°.Per la discesa si tornaalla Sella e poi si scende a sinistra, verso la Val San Nicolò. Il primo pezzodi discesa risulta molto divertente, con neve polverosa (ricordiamo di valutaresempre le condizioni della neve e il rischio valanghe). La seconda parte didiscesa si svolge su una stradina, quasi sempre battuta fino a raggiungere ilfondo della Val San Nicolò fino a ritornare all’incrocio di Malga Crocefisso equindi velocemente al punto di partenza.
Giro tranquillo e panoramico, dislivello totale circa 900 metri.


1

Archivio

Bed & Breakfast Doro
Piazza Nuova 18 38038 Tesero
Tel: +39 3402366791
bbdorotesero@gmail.com​
Create a website